COM'E' FATTO UN MONOPATTINO


Condividi:   


Conoscere un monopattino, le sue caratteristiche, le sue peculiarità cosi come la sua struttura ti aiuterà nella scelta del modello che vorrai acquistare.




La Pedana

La pedana è uno degli elementi principali di un monopattino: si tratta di quell'asse dove dovrai appoggiare i piedi nel corso del suo utilizzo.
Generalmente le pedane hanno delle misure molto simili tra loro:

  • Larghezza pedana: 15 cm circa
  • Lunghezza pedana: 50-80 cm circa
  • Altezza dal suolo pedana: 6 cm circa

Queste misure potrebbero sembrare grandi ma una pedana confortevole deve essere grande abbastanza per permettere ad entrambi i piedi di appoggiarsi comodamente
Un'altra importante caratteristica della pedana è il materiale: per delle ragioni di sicurezza, sono generalmente realizzate da materiale che permette alla scarpa di avere maggior aderenza e di evitare lo scivolamento e quindi la caduta.
Nelle versioni da adulti la pedana è spesso di colore scuro (grigio o nero) mentre nelle versioni da bambini generalmente segue, con grafiche e colori, il tema principale del monopattino.



Il Manubrio

Anche il manubrio è una parte molto importante in quanto ti permette di guidare il tuo monopattino ed azionare molteplici comandi
Anche i manubri hanno delle misure abbastanza standard:

  • Altezza del manubrio dal suolo: 100-120 cm circa
  • Larghezza manubrio: 25 cm circa

Indipendentemente dall'altezza standard, ti consiglio di scegliere un monopattino con un manubrio regolabile in modo che tu stesso, in base alla tua statura, possa scegliere a quale altezza fissarlo. Fai lo stesso ragionamento se devi acquistarne uno per tuo figlio, considerando che potrebbe crescere nei mesi a venire: l'altezza del manubrio regolabile gli consentirà di utilizzarlo più a lungo.
Un altro aspetto fondamentale del suo utilizzo e della sicurezza del monopattino è che il manubrio serve per sterzare e quindi è importante scegliere un modello in cui il manubrio si muove facilmente per evitare difficoltà nella guida: in realtà quasi tutti i modelli in commercio fanno particolare attenzione a rendere la rotazione più fluida possibile.
Infine, il manubrio deve avere una conformazione comoda da afferrare sia per la sicurezza nella guida sia perché nel manubrio sono posti elementi importanti che bisogna avere sempre a portata di mano.

Nel manubrio, infatti, si trova:

  • L'acceleratore dei monopattini elettrici
  • La leva del freno
  • Il display
  • Il campanello o clacson o altro segnalatore acustico


Le ruote

Anche se potrebbe non sembrare importante la dimensione, il numero ed il materiale delle ruote rappresentano una caratteristica fondamentale tra le specifiche di un monopattino: queste, infatti, costituiscono l'unico appoggio che il monopattino ha con il suolo e quindi spetta a loro regolare la tenuta di strada nonché la stabilità. Seppur la conformazione più utilizzata sia quella a 2 ruote, esistono comunque varie possibilità

I tipi di conformazione sono:

  • A due ruote: una davanti ed una dietro
  • A tre ruote: una davanti e due dietro
  • A tre ruote: due davanti ed una dietro
  • A quattro ruote: due davanti e due dietro

I monopattini da bambini, soprattutto quelli più piccoli sono raramente a 2 ruote ma molto spesso a 3 se non 4 ruote: questo serve a dare al bambino una maggiore stabilità ed evitare il rischio delle cadute.


Ogni ruota ha bisogno di 2 cuscinetti e 1 distanziatore per poter funzionare come si può vedere dall'immagine. Le ruote si possono differenziare per materiali, nuclei, dimensioni, consistenza e profili. La ruota può essere dura, quindi piena di plastica, media, quindi piena di gomma siliconica oppure morbida a camera d'aria gonfiabile: quest'ultima possibilità è la meno gettonata vista l'esigua dimensione delle ruote. La dimensione della ruota generalmente si aggira sui 10cm anche se ne esistono anche di dimensione maggiore fino addirittura a 30cm per modelli particolari. Il nucleo della ruota può essere solido, quindi pieno, forato oppure cavo; la prima soluzione predilige la resistenza e la durata a discapito del peso, la seconda soluzione è più leggera ma meno resistenza mentre la terza ha parte di robustezza e leggerezza.
Anche il profilo gomma è un elemento da non sottovalutare: il profilo piatto da maggiore grip ma meno velocità, al contrario il profilo stretto predilige la velocità ma meno attaccamento al suolo.
Infine, l'ultimo elemento da esaminare è la durezza della ruota: in alcune offerte viene indicata la durezza che va da 0 a 100 dove 85 è generalmente il dato ottimale. Le ruote dure ti faranno andare più veloce e ti dureranno molto ma c'è il rischio di scivolamento; al contrario le morbide hanno una durata inferiore, ma danno maggior grip.

Il sellino

Il sellino è spesso stato proposto nei monopattini da bambino ma ultimamente ne sono state prodotte molteplici versioni soprattutto tra quelli elettrici.
La presenza del sellino ha, come tutte le cose, i suoi pro e i contro.
Sicuramente tra i PRO possiamo dire che guidare un monopattino elettrico da seduti da maggiore comfort e probabilmente maggiore stabilità ed equilibrio.
I contro sono relativi all'ingombro in quanto potrebbe non essere pratico darsi le prime spinte di avviamento cosi come mantenere, all'occorrenza, una posizione eretta.
Un'avvertenza: se il sellino è un optional che ti può interessare, cercane uno che l'abbia già di serie in quanto montarlo su un monopattino sprovvisto non è possibile.

Miglior monopattino elettrico con sellino ad Aprile 2021 Migliori Monopattini con sellino ad Aprile 2021 Miglior monopattino elettrico con sellino ad Aprile 2021







I Freni

I monopattini sono in grado di generare una discreta velocità e sono pur sempre dei mezzi di locomozione da utilizzare in strada dove ci sono altri veicoli: per questo motivo la sicurezza è un argomento importantissimo e a tal proposito non può mancare un apparato frenante.
Nei monopattini dei più piccoli è previsto un freno nella ruota posteriore azionabile con il piede: la scelta della ruota posteriore è dettata dalla necessità di non sottoporre i bambini, magari ancora con scarso equilibrio, alla possibilità di ribaltamento che potrebbe verificarsi con delle frenate vigorose sulle ruote anteriori.
Nei modelli da adulti invece i freni sono azionabili da due manopole presenti sul manubrio, proprio come accade con una bicicletta e generalmente si tratta di freni a disco.
Alcuni modelli montano l'ABS sulla ruota anteriore.





I Fari

Un altro optional che i monopattini elettrici hanno, sono i fari. Questo è un altro elemento importante in tema di sicurezza.
Esistono due tipi di fari: quelli alogeni e quelli a LED.
Quelli a LED sono i più diffusi perché oltre a consentire una maggior illuminazione, hanno anche consumi ridotti. Analogamente ad altri mezzi di locomozione i monopattini hanno fari anteriori e posteriori: i fari anteriori ti aiutano ad illuminare la strada di notte o in altre condizioni di scarsa visibilità mentre quelli posteriori servono a segnalare la tua presenza agli altri conducenti.
I fari sono azionabili da una levetta o pulsante posta sul manubrio.
Ricordiamo che secondo la legge italiana, accendere i fari è obbligatorio da mezz'ora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell'oscurità e di giorno, in condizioni di scarsa visibilità.



Il display

Con l'avvento dei monopattini elettrici, sono arrivati anche i display, posti in cima al manubrio. I display possono essere LCD o LED; le versioni più avanzate hanno un sensore in grado di capire il grado di illuminazione e regolare in automatico la luminosità.

Dal display si possono controllare molteplici cose tra cui:

  • Velocità di percorrenza
  • Modalità di viaggio (boost, economica ecc)
  • Presenza di anomalie
  • Presenza di surriscaldamento
  • Livello di carica della batteria

Quelli più sofisticati sono collegabili in bluetooth anche al telefono in modo da poter vedere sul display eventuali messaggi e chiamate in arrivo.





Il Motore e la batteria

Il motore e la batteria sono due componenti molto importanti perché possono determinare le velocità di punta e la durata di utilizzo.
Entrambe queste componenti sono poste per ragioni estetiche, pratiche e di sicurezza sotto alla pedana.
Il motore ha generalmente una potenza di 300 watt anche se la legge permette una potenza massima di 500 watt: inutile dire che maggiore sarà la potenza e maggiore sarà la velocità di punta raggiungibile.
La batteria invece incide nella durata dell'autonomia che, generalmente, si aggira tra i 20km e i 30km ma che in alcuno casi può arrivare addirittura fino a 60-65km!.
Devi sapere, però, che non è solo il tipo di batteria l'unico fattore a determinare la durata della carica. Devi considerare anche:

  • Il peso del conducente
  • Il peso del monopattino
  • Il tipo di terreno
  • La pendenza del terreno
  • La temperatura ambientale
  • La modalità in cui si viaggia



Monopattino elettrico con maggior autonomia ad Aprile 2021 Monopattini con alta autonomia ad Aprile 2021 Monopattino elettrico con maggior autonomia ad Aprile 2021



Monopattino con maggior autonomia ad Aprile 2021 ORO
Monopattino elettrico Ninebot by Segway Max G30 ad Aprile 2021
Autonomia: 65km
669,90€
Monopattino elettrico Ninebot by Segway Max G30 ad Aprile 2021
Monopattino con maggior autonomia ad Aprile 2021 BRONZO
Monopattino elettrico Cityboard ALDO S500 ad Aprile 2021
Autonomia: 50Km
654,36€
Monopattino elettrico Cityboard ALDO S500 ad Aprile 2021


Monopattino elettrico con maggior potenza ad Aprile 2021 Monopattini ad alta potenza ad Aprile 2021 Monopattino elettrico con maggior potenza ad Aprile 2021



Monopattino con maggior potenza ad Aprile 2021 ARGENTO
Monopattino elettrico E-twow GT 2020 ad Aprile 2021
Potenza: 700w
899,00€
Monopattino elettrico E-twow GT 2020 ad Aprile 2021




La Struttura e il peso

Un buon monopattino deve avere una struttura solida ma al tempo stesso un peso non eccessivo per consentirne il trasporto: tanti, soprattutto quelli ripiegabili, sono addirittura muniti di una custodia 'a valigetta' per trasportarli quando non li si può utilizzare.
A tal proposito va detto che i monopattini possono essere di vari materiali: a partire da quelli totalmente di plastica, generalmente per bambini, fino ad arrivare per quelli da adulti che possono essere di acciaio, alluminio o carbonio. Ovviamente ognuno di questi materiali ha peculiarità, pregi, difetti e pesi differenti

Ma quanto pesa un monopattino?
Quelli a spinta vanno dai 5kg ai 15kg
Quelli elettrici possono andare dai 10kg ai 20kg



Monopattino elettrico più leggero ad Aprile 2021 Monopattini più leggeri ad Aprile 2021 Monopattino elettrico più leggero ad Aprile 2021





Le Dimensioni

Sempre in ottica di trasporto anche le dimensioni hanno la loro importanza ed ovviamente sul mercato se ne possono trovare di svariate.

  • Larghezza pedana: 15 cm circa
  • Lunghezza pedana: 50-80 cm circa
  • Altezza del manubrio dal suolo: 100-120 cm circa regolabili
  • Larghezza manubrio: 25-40 cm circa


Se scegli una versione richiudibile, assicurati prima dell'acquisto che da chiuso abbia delle misure consone

Monopattino elettrico più piccolo ad Aprile 2021 Monopattini a dimensioni ridotte ad Aprile 2021 Monopattino elettrico più piccolo ad Aprile 2021



Monopattino più piccolo ad Aprile 2021 ORO
Monopattino elettrico homcom  ad Aprile 2021
Da chiuso: 75 × 13 × 32cm
132,95€
Monopattino elettrico homcom  ad Aprile 2021
Monopattino più piccolo ad Aprile 2021 ARGENTO
Monopattino elettrico Gunai X6 ad Aprile 2021
Da chiuso: 67,5 x 13 x 30,5 cm
799,00€
Monopattino elettrico Gunai X6 ad Aprile 2021
Monopattino più piccolo ad Aprile 2021 BRONZO
Monopattino elettrico homcom  ad Aprile 2021
Da chiuso: 75 x 15 x 29 cm
155,95€
Monopattino elettrico homcom  ad Aprile 2021


Ultimo Aggiornamento: Giovedì 20 Aprile 2021